Resoconto primo semestre progetto Sardcoin

A distanza di un semestre dall’avvio ufficiale del progetto Sardcoin, pubblichiamo qua un breve aggiornamento sulle attività svolte sinora. Il primo incontro plenario tra il Responsabile Scientifico Prof. Michele Marchesi, i membri del team, le istituzioni (in primis Sardegna Ricerche) e tutte le imprese coinvolte, si è tenuto il 15 maggio scorso al Teatro Anatomico di via Ospedale, a Cagliari.

All’evento è stata presentata una prima specifica dei requisiti per la piattaforma Sardcoin che verrà posta in essere, raccogliendo feedback e suggerimenti da parte delle imprese. Successivamente, la specifica è stata perfezionata con altri incontri con imprese a campione, fino all’avvio – nel mese di giugno – delle attività di sviluppo, coordinate da S. Podda, e supervisionate dai membri del team F. Ibba e R. Porcu.

A ottobre è stato prodotto il primo report semestrale tecnico, e nelle ultime settimane lo sviluppo è entrato nel vivo, con una fase avanzate di realizzazione dei cosiddetti “requisiti core”, ossia la messa in produzione di una piattaforma di smart couponing per il momento non ancorata alla blockchain. Blockchain che tuttavia sarà il cuore pulsante della seconda fase (dal mese 15 al mese 30), identificata in HyperLedger Fabric, e sulla quale si stanno già focalizzando gli studi di fattibilità preliminari a cura di una parte del team di ricerca coinvolto.

La piattaforma è realizzata con Angular 6, per quanto riguarda la parte front-end (interfaccia utente desktop e mobile), mentre il back-end (motore logico) è basato su Node 10. Il codice del progetto è open-source e disponibile sul repository ufficiale.

Ecco un sottoinsieme non esaustivo della funzionalità già integrate:

  1. Creazione e gestione (eliminazione, modifica, copia) degli smart coupon da parte dei venditori;
  2. Showcase dei coupon pubblici disponibili, con informazioni dettagliate, e possibilità di acquistarli tramite PayPal e carta di credito, per gli utenti registrati alla piattaforma;
  3. Gestione di carrello e ordini di acquisto;
  4. Possibilità di aggiungere coupon ricevuti gratuitamente su altri canali;
  5. Riscatto dei coupon acquistati tramite dispositivi mobili, mediante l’uso di QR code.

Ecco una schermata di esempio dell’interfaccia a disposizione dei produttori di coupon:

Lato acquirenti, invece, l’interfaccia si presenta come segue:

La fase di sviluppo riprenderà a partire dal mese di gennaio 2019, curando gli aspetti di estetica e usabilità, l’aggiunta di funzionalità mancanti, il bug fixing e l’enforcement delle politiche di sicurezza della piattaforma. Sebbene la piattaforma, in questa fase, sia confrontabile con un prodotto industriale allo stato dell’arte, la sua peculiarità sarà la presenza della blockchain, che garantità tracciabilità dei coupon, interoperabilità sicura con sistemi di terze parti, maggiore diffusione dei coupon a disposizione, ma soprattutto assenza di cosiddetti “single-point-of-failure“, ossia componenti del sistema che – se attaccati da malintenzionati – causerebbero il furto di dati o danni economici ai produttori e consumatori coinvolti.

Il team Sardcoin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *